Rita Fadda (Università di Cagliari)

 

è Professore Ordinario di Pedagogia generale presso il Dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia dell’Università di Cagliari, già Coordinatore dei corsi di studio d’area pedagogica e di Scienze della formazione primaria, già Direttore del Dipartimento di scienze pedagogiche e filosofiche.

Studiosa del pensiero di G. Bachelard, dopo diversi studi su pedagogia, epistemologia ed ermeneutica, affronta il tema del rapporto tra pedagogia e psichiatria, pubblicando il saggio La cura, la forma, il rischio, Milano, 1997.  Del 2002 è il volume Sentieri della formazione (Roma). Tra i suoi lavori più recenti, L’io nell’altro. Sguardi sulla formazione del soggetto (Roma); Nell’universo della sofferenza: L’infermiere dall’oggettivismo tecnico del curare al soggettivismo umanistico dell’aver cura (Napoli), Promessi a una Forma. Vita, esistenza, tempo e cura: lo sfondo ontologico della formazione (Milano), Riflessioni intorno ai concetti di formazione ed educazione (Roma).


is Full Professor of General and Social Pedagogy in the Department of Pedagogy, Psychology, Philosophy of the University of Cagliari. Past-Chairperson of the degree courses of Pedagogical Sciences and Primary Education Sciences, Past-Head of the Department of Pedagogical and Philosophical Sciences. Scholar of Bachelard’s thought, after several studies upon pedagogy, epistemology and hermeneutics, she addresses the question of the relationship between pedagogy and psychiatry, publishing the essay La cura, la forma, il rischio, Milan, 1997. In 2002 the volume Sentieri della formazione (Roma) is printed. Among her latest works, L’io nell’altro. Sguardi sulla formazione del soggetto (Roma); Nell’universo della sofferenza: L’infermiere dall’oggettivismo tecnico del curare al soggettivismo umanistico dell’aver cura (Napoli), Promessi a una Forma. Vita, esistenza, tempo e cura: lo sfondo ontologico della formazione (Milano), Riflessioni intorno ai concetti di formazione ed educazione (Roma).


 

Ha scritto per Paideutika

 

  1. Rita Fadda, Dall’esistenza come pathos della differenza al dominio dell’indifferenza. Il sentire e l’agire come luoghi del senso